Gente di Dublino di James Joyce

Un rapporto di amore-odio legava Joyce alla sua città natia, scenario ove i racconti contenuti in questa raccolta sono ambientati. Suddiviso nelle sezioni dell’infanzia, adolescenza, maturità e vita pubblica, ciascuna storia ruota intorno a due momenti fondamentali, un primo in cui ogni protagonista – piccolo borghese o di umili origini che sia – è consapevole di vivere un’esistenza meschina dalla quale vorrebbe fuggire e dalla quale è al tempo stesso paralizzato, ed un secondo, quello della “rivelazione” (o epifania) in cui viene indicata agli stessi una via di fuga, un’alternativa alla  loro condizione di mediocrità che di fatto non viene intrapresa per fattori sopraggiunti tali da arrestare il proposito liberatorio.

Lo stesso atteggiamento dell’autore si conforma a detta verità; egli infatti si limita a riportare le condotte dei protagonisti senza giudicare, senza mai entrare nel vivo della moralità o immoralità di queste, come un osservatore esterno, come un giornalista che prende nota degli avvenimenti e li riporta per quel che sono. Siffatto dato può indurre il lettore a ritenere il testo freddo, arido, distaccato dalle circostanze, dispatico. In realtà è proprio suddetto corollario a far si che chi legge senta il dovere di immedesimarsi, riflettere ed esternare la propria opinione.

Tra le varie problematiche tema ricorrente in tutti gli elaborati è quello della morte tanto che quest’ultima è percepita quale personaggio principale della raccolta riuscendo altresì a trasmettere riflessioni sulla vita non di poco valore.gente di dublino

“Gente di Dublino” è un testo forse non facile da leggere ma senza dubbio attuale, intriso di tutte quelle speranze e delusioni che quotidianamente l’uomo incontra sul proprio cammino.

Ne consiglio la lettura in lingua inglese, il mio primo approccio con l’opera è infatti avvenuto così e posso dirvi che questa si confà particolarmente tanto alle tematiche trattate che all’apparente disinteresse dai fatti voluto dall’autore. E’ un’esperienza non semplice ma estremamente soddisfacente e capace di far appassionare il lettore ad un testo che in italiano non sempre è apprezzato.

 

 

Gente di Dublino di James Joyceultima modifica: 2015-10-27T10:19:30+00:00da mian88

Questo elemento è stato repostato da

  • Avatar di corso6bt

Lascia un commento